Usa le linguette per muoverti velocemente tra gli uffici di Omnia!
Effettua una ricerca tra i contenuti di questo prodotto scrivendo le parole chiave e facendo clic su "Cerca".
Con la ricerca avanzata è possibile filtrare con precisione i contenuti di questa sezione.

Quesiti

10 risultati di 3503

Quesito del 28/01/2021

Tributi

Notifica avvisi di accertamento TASI riferiti periodo di imposta 2015 ricevuti dopo il 31 dicembre 2020 dal contribuente

Un contribuente ha ricevuto un avviso di accertamento TASI riferito al periodo di imposta annualità 2015, emesso da questo ufficio in data 17 dicembre e ricevuto a mani del contribuente il 4 gennaio 2021.
il contribuente ritiene che sia decaduto e intende promuovere ricorso anche perche' l'avviso di accertamento tasi e' stato inviato a mezzo raccomandata a.r. e non a mezzo busta verde atti giudiziari.
lo scrivente ufficio ritiene che, per la fattispecie di tributo comunale (tasi) sopra indicata, operi la proroga dei termini a seguito della sospensione dei termini prevista dall'art. 67 comma 4 de3l d.l. 18 del 17 marzo 2020, convertito con legge del 2404.2020 n. 27 . inoltre si ritiene che si possa prescindere dall'obbligo di notificare l'avviso di accertamento tasi con busta verde (atti giudiziari) e che la notifica a mezzo raccomandata a.r. sia mezzo idoneo. si chiede il vostro punto di vista in merito.

Quesito del 26/01/2021

Personale

Smart working dopo il 31 gennaio 2021

Con decreto ministeriale del 23 dicembre 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.323 del 31 dicembre 2020, la Ministra per la Pubblica amministrazione Fabiana Dadone ha prorogato fino al 31 gennaio 2021 le disposizioni contenute nel DM 19 ottobre 2020 sulle misure per il lavoro agile/smart working nella PA durante il periodo emergenziale. L’ultimo DPCM del 14/01/2021 (avente validità fino al 05 marzo 2021), all’art. 5, commi 3 e 4, continua a consentire la possibilità del lavoro agile, anzi sembra imporlo, alle pubbliche amministrazioni. È dunque possibile continuare con il lavoro agile come si è fatto finora, almeno fino al 5 marzo 2021?

Quesito del 18/01/2021

Affari generali Tecnico LL. PP.

Pubblicazione avviso di post informazione

Vorrei sapere in quali casi deve essere effettuato l'avviso di post informazione e in più se esso è dovuto nel caso di affidamento diretto ad unica ditta invariabilmente o ai sensi dell'articolo 36 del Codice o ai sensi dell'articolo 1 della legge 120/2020.

Quesito del 13/01/2021

Ragioneria Tributi

Ritardi PEF 2021 e approvazione bilancio

Il mio ente intende approvare il bilancio entro fine mese. Tra gli allegati obbligatori rientra il PEF 2021 ma il gestore non riuscirà a produrlo nei tempi richiesti. Come dobbiamo comportarci?

Quesito del 11/01/2021

Tributi

IMU abitazione principale nucleo famigliare

In conformità all’interpretazione contenuta nell’ordinanza della Corte di Cassazione Civ. sez.I del 24/09/2020 nr. 20130, deve essere considerato come “ABITAZIONE PRINCIPALE” l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore ed il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente?

Nel caso in cui uno il nucleo famigliare sia anagraficamente diviso ma solo uno dei due coniugi possieda casa in quanto(moglie e figli risiedono in appartamento non di proprietà in altro comune è corretta l'imposizione dell'unico immobile

Quesito del 11/01/2021

Personale

Pausa pranzo e straordinario

Si chiede se l'obbligatorietà della pausa pasto valga solo nel caso di lavoro ordinario oppure anche nel caso di straordinario. Cioè, il dipendente che abbia assolto il suo dovuto di 5 ore e si fermi a prestare servizio straordinario legato ad urgenze relative a obblighi di legge, può eccedere le sei ore continuative senza pausa?

Quesito del 11/01/2021

Tecnico LL. PP.

Art. 9 L. 122/1989 (L. Tognoli): permesso di costruire per cambio di destinazione d’uso da cantina a garage

Il quesito che si pone è relativo all’art. 9 comma 1 della L. 122/89 (Tognoli). Il caso di specie riguarda un edificio in centro storico e per il quale il vigente P.R.G. ha stabilito che gli interventi possibili, visto il grado di protezione dell'edificio stesso, sono la manutenzione ordinaria, straordinaria ed il restauro conservativo.
I proprietari hanno presentato recentemente una richiesta di permesso di costruire con la quale richiedono il cambio di destinazione d’uso, da cantina a garage, di un locale al piano terra del suddetto edificio con conseguente modifica prospettica.
Considerato che l’art. 9 comma 1 della L. 122/89 (Tognoli) stabilisce che: “I proprietari di immobili possono realizzare nel sottosuolo degli stessi ovvero nei locali siti al piano terreno dei fabbricati parcheggi da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliari, anche in deroga agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti.”
Considerato altresì che la modifica prospettica non rientra tra gli interventi previsti dalla normativa vigente del P.R.G. per l’edificio in questione, con il presente quesito si chiede se è corretto applicare la suddetta deroga e quindi assentire, oltre al cambio di destinazione d’uso, anche alla modifica del prospetto.

Quesito del 11/01/2021

Personale

Incarico a dipendente in pensione

Un dipendente di un Comune cessato dal servizio il 31/12/2020 per pensionamento dovrebbe assicurare formazione per un periodo di 6 mesi nei confronti di un neoassunto. Il dipendente in pensione può svolgere l'incarico affidatogli solo a titolo gratuito? Può essere riconosciuto un rimborso spese e in che forma? Il rimborso spese deve essere assoggettato a tassazione?

Quesito del 11/01/2021

Tributi

Imu alberghi in gestione

Proprietario di Albergo che ha dato in gestione a società non rientra nell'esonero Imu. Nel caso in cui la società che gestisce l'hotel ha comunicato la non apertura per motivi economici legati al Covid nel mese di maggio, mentre nel mese di dicembre ha risolto definitivamente la gestione. Per il periodo giugno - dicembre vi è possibilità di usufruire dell'esenzione Imu?

Quesito del 11/01/2021

Personale

Obiettivi - PEO - Produttività

Laddove non esiste una Delibera di Giunta che definisca gli obiettivi da raggiungere (Piano della Performance o Piano degli Obiettivi), com'è possibile impostare la valutazione di un dipendete oltre che per la PEO, anche per l’istituto della Produttività? Premettendo che v’è un Regolamento che disciplina il “sistema di valutazione delle prestazioni e dei risultati dei dipendenti del comparto”, dove appunto all’articolo 5 - PROGRAMMAZIONE OPERATIVA, recita: 1. I responsabili di area e/o servizio definiscono la programmazione operativa di massima per i dipendenti sulla base delle linee programmatiche adottate dall'organo di indirizzo politico-amministrativo. 2.Gli obiettivi e le responsabilità devono discendere direttamente dalle strategie dell’Ente definite nell'ambito del Piano degli Obiettivi, dei progetti e dei piani di miglioramento assegnati alla propria struttura. 3. A tal fine, il Responsabile di Area e/o Servizio predisporrà appositi piani di attività annuali o pluriennali individuando gli obiettivi da conseguire, la soglia minima del raggiungimento dei risultati, da cui scaturisce l’erogazione dell’incentivo individuale e le responsabilità da assegnare. Può il Responsabile di Servizio/Area agire da solo individuando (ma in quale periodo dell’anno) obiettivi e finalità o può compilare la schede di valutazione direttamente senza obiettivi, al fine di non far perdere chance ai dipendenti?