Usa le linguette per muoverti velocemente tra gli uffici di Omnia!
Effettua una ricerca all'interno di quest'area scrivendo le parole chiave nella casella e facendo clic su "Cerca".
Con la ricerca avanzata è possibile filtrare con precisione i contenuti di questa sezione.
Attraverso le funzioni scadenzario e adempimenti, puoi salvare nel tuo quaderno le scadenze precaricate.
Con la navigazione integrata puoi copiare contenuti da Omnia e salvarli nel tuo adempimento.

Quesiti

10 risultati di 111

Quesito del 21/01/2019

Assegnazione casa coniuge superstite AIRE

Due coniugi residenti all'estero hanno diritto all'assimilazione ad abitazione principale del fabbricato posseduto in Italia (comproprietari al 50% ciascuno) in quanto soggetti AIRE "già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza" e in possesso dei requisiti necessari per l'esenzione: si chiede se sia applicabile a questa fattispecie il diritto di abitazione del coniuge superstite, cioè alla morte del coniuge (AIRE che possedeva il 50%), il coniuge superstite AIRE, già pensionato nel proprio paese di residenza, è soggetto passivo d'imposta al 100% per effetto del diritto di abitazione?

Quesito del 18/01/2019

Giudice competente per ricorso avverso cartella esattoriale entrata patrimoniale

Gli importi dei solleciti notificati non riscossi per Mensa, scuolabus e Nido (entrate patrimoniali) verranno riscossi tramite cartella esattoriale tramite ruolo AER . Dobbiamo indicare sulla cartella tempi e modi di presentazione dell'eventuale ricorso. Sono in dubbio se sia competente il Giudice Ordinario o il Giudice di Pace. E in ogni caso, quale è la tempistica?

Quesito del 17/01/2019

Aumento aliquote IMU e TASI

Se il Comune ha approvato il bilancio 2019/2021 entro il 31.12.2018, confermando le medesime aliquote IMU e TASI già applicate per il 2018, può modificare le aliquote per il 2019 aumentandole con approvazione della relativa delibera entro il termine ultimo per l'approvazione del bilancio (28.02.2019)?

Quesito del 15/01/2019

Esenzione IMU 2013 alloggi appartenenti all'ATERP

Questo ufficio tributi, ha notificato all'ATERP un avviso di accertamento IMU anno 2013 per mancato versamento dell'imposta. L'ATERP con istanza in regime di autotutela chiede all'ufficio tributi l'annullamento dell'avviso in quanto il DL .54 del 21/05/2013 art. 1 comma 1 lett. b prevedeva la sospensione del pagamento della prima rata IMU per gli alloggi regolarmente assegnati all'IACP o ATERP; che il DL 102 del 31/08/2013 art. 1 prevedeva l'abolizione della prima rata IMU 2013 per gli immobili oggetto della sospensione disposta con il DL 54/2013 ed infine che il DL 133 del 30/11/2013 art. 1, ha esentato il pagamento della seconda rata IMU 2013. Per quanto sopra si può procedere all'annullamento dell'avviso di accertamento IMU anno 2013 emesso a carico dell'ATERP?

Quesito del 15/01/2019

Assegnazione casa coniugale

Contribuenti X e Y, sono proprietari al 50% dell’immobile adibito ad abitazione principale. Nel 2016 sono comparsi direttamente innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, in base a quanto previsto dall’art. 12 della Legge n. 162/2014. Si chiede se possono essere applicate le disposizioni relative all'assegnazione della casa coniugale in questo caso?

Quesito del 10/01/2019

Diritto di abitazione coniuge superstite

Nel caso un'abitazione risulti in catasto di proprietà della madre vedova e dei figli in parti uguali, in tema di Imu vige la regola del diritto di abitazione e quindi poiché la madre ci abita e dimora e ha la residenza usufruisce dell'esenzione abitazione principale. La domanda è se i figli pagano in base alla percentuale di possesso oppure non devono pagare in quanto per la madre è abitazione principale.

Quesito del 07/01/2019

Diritto di abitazione senza residenza

Un comune ha una utente con diritto di abitazione come coniuge superstite su un immobile dove vive con due figli. Nel 2015 la donna cambia residenza e nella casa rimangono i figli. Al Catasto l’immobile risulta cointestato tra i tre eredi al 33,33%. Il comune chiede se nel momento in cui la donna lascia la casa deve pagare la sua quota del 33,33% come altro immobile?

Quesito del 02/01/2019

Riclassificazione aree edificabili

Il Consiglio Comunale in data 28.11.2018 ha approvato una deliberazione avente ad oggetto: "Adozione variante n. 4 al piano degli interventi vigente - varianti verdi 2018 per la riclassificazione di aree edificabili previste dall'art. 7 della L.R. (VENETO) n. 4 del 16.03.2015". Nel dispositivo si delibera: al punto 2 di adottare la variante di cui trattasi, costituita da molti elaborati tra i quali asseverazione di non necessità VCI_Var 4 PI; dichiarazione di non necessità delle VINCA (DGRV 1400/2017, documentazione per l'ottenimento della verifica di assoggettabilità a VAS (D.Lgs 4/2008 art 12 e DGR 791/2009) per varianti verdi per la riclassificazione di aree edificabili (art. 7 LR 16.03.2015 n. 4). Quindi in buona sostanza alcune aree edificabili perdono tale caratteristica per divenire "semplici" terreni agricoli. Si chiede: a livello di pagamento Imu e Tasi da quando i terreni di cui trattasi perdono la loro qualifica di area fabbricabile divenendo terreni agricoli? Dall'adozione della delibera in Consiglio Comunale della variante al piano degli interventi o dalla risposta della Regione Veneto circa l'assoggettibilità a VAS? Oppure ad esempio dal 1° gennaio 2019?

Quesito del 27/11/2018

IMU e procedura fallimentare

Nel caso in cui a seguito di procedura fallimentare un fabbricato di categoria D venga venduto all'asta ed il curatore non riversa l'Imu entro i 90 gg dovuta per il periodo di durata del fallimento, il Comune ha titolo per esigere tutta l'Imu (anche la quota statale) oltre alla sanzione e gli interessi?

Quesito del 15/11/2018

Sanzione amministrativa ai sensi del DPR 380/01 per violazioni alle norme urbanistiche, si chiede se l'esecutività del ruolo spetta al Responsabile dell'Ufficio Tributi o invece all'ufficio urbanistica che ha irrogato la sanzione amministrativa.

Un Ente ha irrogato una sanzione amministrativa ai sensi del DPR 380/01 per violazioni alle norme urbanistiche, si chiede se l'esecutività del ruolo spetta al Responsabile dell'Ufficio Tributi o invece all'ufficio urbanistica che ha irrogato la sanzione amministrativa.