Usa le linguette per muoverti velocemente tra gli uffici di Omnia!
Effettua una ricerca all'interno di quest'area scrivendo le parole chiave nella casella e facendo clic su "Cerca".
Con la ricerca avanzata è possibile filtrare con precisione i contenuti di questa sezione.
Attraverso le funzioni scadenzario e adempimenti, puoi salvare nel tuo quaderno le scadenze precaricate.
Con la navigazione integrata puoi copiare contenuti da Omnia e salvarli nel tuo adempimento.

Quesiti

10 risultati di 44

Quesito del 11/07/2022

DL 36/2022 - Limiti ai comandi non validi per l'"utilizzo congiunto"

Premesso che l’art. 6 comma 1-quinquies del D.L. 36/2022 introduce alcune misure in materia di comando e distacco di personale dipendente da pubbliche amministrazioni. In particolare, è stabilito che per il personale non dirigenziale delle amministrazioni, i comandi o distacchi, sono consentiti esclusivamente nel limite del 25 per cento dei posti non coperti all’esito delle procedure di mobilità di cui all’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001.
Si chiede se per “comandi o distacchi” la norma intenda i comandi per l'intero orario di servizio, con ciò ritenendo di conseguenza che siano esclusi dalla norma gli “utilizzi congiunti” ai sensi dell’articolo 14 del CCNL 22.01.2004, dove il dipendente è utilizzato solo parzialmente dall’Ente utilizzatore.

Quesito del 30/05/2022

Compensazione prezzi: riconoscimento maggiori costi

Un'impresa che sta svolgendo lavori, (gara aggiudicata febbraio 2021), presenta istanza per riconoscimento maggiori costi ai sensi dell’art. 1-septies del D.L. 25 maggio 2021, nr. 73. DM 4 Aprile 2022 – G.U. 110 12/02/2022 ai sensi della Circolare Ministeriale MIMS ”
Visto, il Decreto 5 aprile 2022 del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (def.: MIMS): “Modalità di utilizzo del Fondo per l’adeguamento dei prezzi dei materiali da costruzione.” e la ivi richiamata circolare del medesimo Ministero prot. 43362 del 25 novembre 2021, recante “Modalità operative per il calcolo e il pagamento della compensazione dei prezzi dei materiali da costruzione più significativi ai sensi dell’art.. 1-septies del decreto-legge n. 73/2021, convertito con modificazioni dalla legge n. 106/2021”,
Visto che
a) la già citata circolare del MIMS, prot. 43362 del 25 novembre 2021, è stata emanata per “assicurare uniformità ed omogeneità di comportamenti” per l’applicazione dell’istituto della compensazione;
b) l’ultimo capoverso, primo periodo, del punto 2.3, della suddetta circolare del MIMS, reca la seguente disposizione: ”Sono esclusi dalla compensazione i lavori contabilizzati nell’anno solare di presentazione dell’offerta.”;
c) la procedura di gara per l’appalto in parola, e la conseguente offerta presentata da Codesta Impresa, sono afferenti in mese di febbraio dell’anno 2021;
d) i principali materiali indicati nell’esecuzione dei lavori, per i quali segnalate di aver subito incrementi eccezionali, sono stati contabilizzati nell’anno 2021;
e) il contratto d’appalto siglato, ed i relativi precedenti documenti di gara, non prevedono clausole, precise ed inequivocabili, di revisione dei prezzi (ai sensi dell’art. 106 del decreto legislativo 50/2016);
Specificato quanto sopra, si chiede se è corretto che Rup e Direzione Lavori, non accolgano la richiesta di compensazione poiché i lavori cui afferiscono sono relativi a febbraio 2021 applicando quindi quanto contenuto nella circolare operativa in oggetto riportata; alcuni pareri ritengono che non vada fatto riferimento alla Circolare relativa alle modalità operative ma solo al decreto 5 aprile 2002 (che pur richiama detta circolare). Seguendo tale secondo orientamento dovremmo accogliere l’istanza.

Quesito del 26/05/2022

PNRR: spesa di personale per un dipendente di altro Ente

Si chiede di conoscere se nel quadro economico di un'opera finanziaria dal PNRR è possibile imputare/pagare la spesa di personale per un dipendente di altro Ente che vorremmo in regime di convenzione art. 14 ccnl 2004 con il nostro Ente.

Quesito del 11/05/2022

PNRR: affidamenti incarichi professionali e lavori

L’affidamento degli appalti finanziati da PNRR e PNC articolo 52, comma 1 lettera a) Legge 108/2021 ha reintrodotto l’obbligo per i Comuni non capoluogo di provincia di avvalersi di Stazioni Uniche Appaltanti.
Un comunicato ministeriale del 17/12/21 ha chiarito che per i lavori d’importo inferiore a € 150.000 e servizi e forniture inferiori a € 40.000, i comuni rimangono liberi d’agire autonomamente anche con affidamenti diretti.
Al Comune è stato concesso un contributo PNRR per realizzare un’opera pubblica di arredo urbano divisa in varie zone e frazioni.
Per evitare ritardi di affidamento di incarichi professionali e lavori presso le Stazioni Uniche Appaltanti sicuramente oberate del carico di lavoro per appalti PNRR il Comune ha intenzione di frazionare funzionalmente per restare sotto le suddette soglie in tal modo:
3 incarichi professionali: progettazione + direzione lavori + coordinamento sicurezza
4 procedure negoziate con affidamento diretto per realizzazione di 4 lotti lavori da realizzare in 4 frazioni.
Quesito:
è corretto questo modo di operare???

Quesito del 28/02/2022

Affidamento diretto - (Decreto Semplificazioni PNRR)

E' possibile per un piccolo comune non capoluogo di Provincia l' Affidamento del servizio di progettazione definitiva-esecutiva mediante affidamento diretto ai sensi dell’art. 1, comma 2, lett. a) D.L. n. 76/2020 conv. in Legge n. 120/2020 modificato dal DL n. 77/2021 (cd. Decreto Semplificazioni PNRR), attraverso il MEPA senza ricorrere alla C.U.C. per un'opera inserita nel PNRR?

Quesito del 25/02/2022

Affidamento lavori art. 1, comma 139, Legge 145/2018

Alla luce anche della riforma delle stazioni appaltanti, come da accordo siglato dalla Presidenza dei Consiglio dei Ministri ed Anac (in attesa delle nuove linee guida entro Marzo 2022), si chiede conferma se per lavori di cui all’art. 1, comma 139, della Legge 145/2018 e confluiti nel PNRR, si possa procedere all’affido di lavori > 150.000 e e servizi/forniture > 40.000 € mediante Unione di Comuni non qualificata come CUC.

Quesito del 23/02/2022

Fondo garanzia debiti commerciali 2022

Con l'articolo 9 del d.l. 152/2021 sono state introdotte diverse novità in tema di costituzione del fondo di garanzia debiti commerciali tra cui l’estensione dell'obbligo di accantonamento entro il 28 febbraio anche nel corso dell'esercizio provvisorio o della gestione provvisoria;
Non avendo ancora approvato il bilancio di previsione 2022/2024 in scadenza il 31 marzo, si chiede se la delibera di giunta debba limitarsi a quantificare l'importo da accantonare, che verrebbe poi iscritto in bilancio al momento dell’approvazione, oppure occorra procedere ad una variazione di bilancio in esercizio provvisorio.
A nostro avviso occorre distinguere tra gli enti che hanno già approvato il bilancio di previsione al 31/12/2021 e gli enti che, non avendo ancora provveduto, sono in esercizio provvisorio: per i primi si comprende l’obbligo di variazione del bilancio, per i secondi, in mancanza di norme derogatorie del co. 7, Art. 163 TUEL, no.

Quesito del 17/02/2022

Determinazione del rup

Si chiede come deve essere interpretato l’art. 48 comma 2 del D.L. 77/202, Legge 108 del 29/07/2021 in merito alla “nomina di un responsabile unico del procedimento che con propria determinazione adeguatamente motivata, valida e approva ciascuna fase progettuale”. In particolare si chiede se, al fine di semplificare le procedure di affidamento dei contatti pubblici PNRR e PNC, non sia più necessaria l’approvazione da parte dell’organo esecutivo del PFTE e del progetto definitivo con parere del servizio tecnico e cosa si intenda per “determinazione del RUP” visto che le determine sono di competenza del responsabile del servizio.

Quesito del 15/02/2022

PNRR rigenerazione urbana---DPCM 21/01/21--rifinanziamento

Il nostro comune (popolazione superiore a 15.000 abitanti) facendo seguito al DPCM 21/01/21 ha presentato in tempo utile la candidatura per la concessione di contributo PNRRR Rigenerazione urbana con 3 progetti per un importo complessivo di € 5.000.
Le 3 domande sono state accettate dalla piattaforma ministeriale e siamo in graduatoria, tuttavia, successive circolari governative hanno specificato che i fondi sono esauriti e che, probabilmente, si procederà a rifinanziare la spesa di questo PNRR.
Si chiede Quali ad oggi sono gli aggiornamenti.

Quesito del 14/02/2022

Bilancio contributi progettazione opere 2022

Il nostro Comune (2.798 abitanti) ha necessità di realizzare una variante stradale che possa permettere di deviare dal centro abitato il traffico pesante relativo alla zona industriale contigua ad esso ed attualmente transitante in strada del centro storico con fabbricati aderenti alla viabilità.
Si tratta di una strada extraurbana secondaria di tipo C2 (D.M. 5 Novembre 2001), prevista dal Piano del governo del territorio vigente (PGT).
L’Amministrazione comunale ha già deliberato lo studio di fattibilità tecnico economica dell’opera, che comporta una spesa di euro 2.050.000,00.( iva incl.)
Si chiede un parere sulla possibilità di richiedere il contributo per la progettazione di questa opera nella fattispecie “spese di progettazione relative a investimenti di messa in sicurezza di strade” di cui alla circolare Finanza Locale del 17 gennaio 2022 (art. 1, comma 415 della legge 234/2021 che ha modificato l’art. 1, comma 52 della legge 160/2019).