Usa le linguette per muoverti velocemente tra gli uffici di Omnia!
Effettua una ricerca all'interno di quest'area scrivendo le parole chiave nella casella e facendo clic su "Cerca".
Con la ricerca avanzata è possibile filtrare con precisione i contenuti di questa sezione.
Attraverso le funzioni scadenzario e adempimenti, puoi salvare nel tuo quaderno le scadenze precaricate.
Con la navigazione integrata puoi copiare contenuti da Omnia e salvarli nel tuo adempimento.

Personale

Mobilità tra Enti

Quesiti

10 risultati di 36

Quesito del 11/11/2019

Mobilità - da part time a tempo pieno in nuovo ente

Un dipendente di categoria C in servizio a part time a 26 ore (che copre un posto a suo tempo istituito in dotazione organica a part time 26 ore non a tempo pieno) può partecipare ad un avviso di mobilità indetto da altre amministrazioni per un posto di cat. C a 36 ore? In caso di risposta affermativa quali condizioni devono essere rispettate?

Quesito del 29/10/2019

Assuzione personale in cat. D1 attingendo da graduatoria cat. D3

Dovendo ricoprire un posto di categoria D Istruttore direttivo tecnico, è possibile utilizzare una graduatoria di un concorso ancora valida bandito a suo tempo per la copertura di un posto di categoria ex D3 Funzionario tecnico?Ovviamente l’assunzione verrebbe effettuata in D1 e non in D3.

Quesito del 23/10/2019

Composizione del Consiglio di Amministrazione di una società a partecipazione pubblica

Un dipendente di un Comune, con popolazione inferiore a 5000 abitanti, con rapporto di lavoro a tempo pieno ed indeterminato, incaricato delle funzioni di Posizione Organizzativa, può presentare la propria candidatura in relazione ad un avviso pubblico pubblicato da altro Comune fuori Regione per la nomina del consiglio di amministrazione di una società a partecipazione pubblica, di cui il predetto Comune è socio? Ci sono elementi ostativi alla candidabilità e/o conferibilità all'incarico in base al d.lgs. 39/2013?

Quesito del 18/10/2019

Mobilità dipendente pubblico e relativo trattamento economico

Mobilità di dipendente comparto università che usufruisce dell'assegno ad personam (art. 28 c.7 CCNL 2001) ad ente locale acquisisce in automatico la categoria superiore (da C1 a C2)?

Quesito del 17/10/2019

Compenso membro esterno della commissione di un bando di mobilità

Si chiede se è corretto liquidare il compenso di un membro esterno della commissione di un bando di mobilità tra enti con gli importi previsti dal d.p.c.m. 23.03.1995 e nel caso negativo come devo quantificare l'importo da liquidare?

Quesito del 03/10/2019

Mobilità tra Università e Comune. Neutralità del passaggio

È ammissibile un trasferimento per mobilità da un università (Politecnico ) e Comune ?
In caso di risposta affermativa, può essere considerata neutra ?

Quesito del 06/08/2019

Mobilità e obbligo di permanenza in servizio

Questo ente, a seguito di cessazione di un dipendente di ruolo che ha chiesto mobilità presso altro comune, ha assunto tramite mobilità in entrata (considerata neutra), un dipendente a tempo indeterminato proveniente da un consorzio fra enti locali di cui il Comune fa parte. Essendo il rapporto considerato giuridicamente "cessione di contratto", il dipendente neo assunto al Comune è soggetto al nuovo limite di permanenza in servizio di almeno 5 anni nel Comune? La mobilità in oggetto è equiparata a nuova assunzione.

Quesito del 01/08/2019

Obbligo di permanenza in servizio

Il Comune di XXX, ha assunto in ruolo, a seguito di proceduta concorsuale, in qualità di vincitore in data 3.4.2018 una figura Cat. C1 a tempo pieno ed indeterminato. Si chiede, alla luce anche di quanto previsto dall'art. 35 - co. 5 bis - D.Lgs. n. 165/2001 come modificato dall'art. 1 - comma 230 della Legge n. 266/2005 e considerando anche quanto previsto dalla Legge n. 26/2019, se sussista obbligo di permanenza nell'ente per cinque anni, oppure essendo assunzione avvenuta in aprile dell'anno 2018, necessiti solo il nulla osta del comune, senza quindi nessun obbligo di permanenza nell'Ente di cinque anni.

Quesito del 19/07/2019

Nulla osta alla mobilità e danno da disservizio

l Sindaco di questo Comune, con popolazione sotto i 5000 abitanti, con proprio atto ha rilasciato il nulla osta per mobilità all'unica dipendente in servizio presso l'ufficio lavori pubblici (inquadrata in cat. d) dopo 7 mesi dall'inizio del suo servizio presso questo Ente. la motivazione sta nel fatto che la dipendente in parola aveva vinto una selezione per mobilità per un posto in regione per cui il Sindaco non ha ritenuto impedire alla stessa un importante nuova esperienza lavorativa. Ha poi provveduto a far bandire per ben due volte dall'ufficio personale l'avviso per la copertura del posto che si deve ancora perfezionare. L'area tecnica è però rimasta con il solo responsabile (cat. D) che tra un mese cesserà per pensionamento. Valutato che la nuova figura individuata dall'avviso di mobilità non potrà prendere servizio prima dell'inizio del prossimo anno, per consentire il rispetto della spesa di personale, si chiede - secondo il vostro autorevole punto di vista - se la concessione del nulla osta per mobilità in uscita alla dipendente possa essere ritenuto, in base alla giurisprudenza esistente o ad orientamenti in materia, un potenziale danno da disservizio a carico dell'Ente. Considerato che si trattava dell'unica figura che si occupava delle opere pubbliche assieme al Responsabile in prossima quiescenza.

Quesito del 14/05/2019

Assunzione tramite graduatoria altro Ente

Assunzione prevista in programma triennale fabbisogni 2018/20 - programma anno 2018 - non si è riusciti a coprire il posto con mobilità volontaria - negata primi mesi del 2019. Esperita mobilità obbligatoria , è possibile utilizzare graduatoria di altro comune approvata nel 2018, per medesimo profilo, dichiaratosi disponibile a convenzionarsi? il dubbio nasce dalle disposizioni inserite del decreto 4/19 e successiva conversione, nonché da quanto previsto dal decreto crescita.