Usa le linguette per muoverti velocemente tra gli uffici di Omnia!
Fare clic su questo pulsante per allegare questo modello a un adempimento del Quaderno di lavoro.
Fare clic su questo pulsante per scaricare questo modello.
Effettua una ricerca all'interno di quest'area scrivendo le parole chiave nella casella e facendo clic su "Cerca".
Con la ricerca avanzata è possibile filtrare con precisione i contenuti di questa sezione.
Attraverso le funzioni scadenzario e adempimenti, puoi salvare nel tuo quaderno le scadenze precaricate.
Con la navigazione integrata puoi copiare contenuti da Omnia e salvarli nel tuo adempimento.

Commercio

Occupazione suolo pubblico

Tutti i prodotti della sezione

10 risultati di 14

MEMOWEB n. 97 del 20/05/2021

Canone unico e autodisciplina pubblicitaria: protocollo ANCI-IAP

Il Protocollo individua nell’integrazione dei Regolamenti di pubblicità locale e dei Regolamenti per l’occupazione di spazi pubblici la modalità principale per l’inserimento di clausole che prevedano l’accettazione, da parte dei gestori degli impianti pubblicitari, delle norme del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale

MEMOWEB n. 87 del 06/05/2021

Autorizzazioni semplificate per l'occupazione di suolo pubblico: nota ANCI per i comuni

La nota fornisce dettagli operativi sul nuovo procedimento autorizzatorio per l'occupazione di suolo pubblico, letto in combinato disposto con l'art.12 comma 1 lettera h) punto 2 del DL 76/2020 (Semplificazioni)

MEMOWEB n. 76 del 21/04/2021

Superbonus 110: realizzazione di "cappotto termico" e occupazione di suolo pubblico

QUESITO: Occupazione permanente di suolo pubblico (cappotti esterni verso sede stradale). A seguito delle sempre più frequenti richieste di efficientamento energetico, su edifici esistenti fronteggianti le vie pubbliche, come si concilia la possibilità di realizzare un cappotto esterno ammesso dalla normativa Nazionale e Regionale con l’occupazione se pur di minima larghezza (cm 12/15) su una porzione permanente di un suolo appartenente al demanio pubblico? Tale superficie, se pur minima, rientrerebbe nel patrimonio indisponibile dell’Ente. Quale procedura occorrerebbe adottare, tenendo presente che queste situazioni nei centri storici non potrebbero essere frequenti? Si potrebbe pensare come soluzione invocando la tolleranza sulle misure catastali, che tale spessore minimale possa rientrare in questa formulazione?

Quesito del 20/04/2021

Superbonus 110: realizzazione di "cappotto termico" e occupazione di suolo pubblico

Occupazione permanente di suolo pubblico (cappotti esterni verso sede stradale). A seguito delle sempre più frequenti richieste di efficientamento energetico, su edifici esistenti fronteggianti le vie pubbliche, come si concilia la possibilità di realizzare un cappotto esterno ammesso dalla normativa Nazionale e Regionale con l’occupazione se pur di minima larghezza (cm 12/15) su una porzione permanente di un suolo appartenente al demanio pubblico? Tale superficie, se pur minima, rientrerebbe nel patrimonio indisponibile dell’Ente. Quale procedura occorrerebbe adottare, tenendo presente che queste situazioni nei centri storici non potrebbero essere frequenti? Si potrebbe pensare come soluzione invocando la tolleranza sulle misure catastali, che tale spessore minimale possa rientrare in questa formulazione?

MEMOWEB n. 165 del 28/08/2020

Competenza nel rilascio delle occupazioni di suolo pubblico

QUESITO: Si chiede chi, per competenza, deve firmare le seguenti autorizzazioni di occupazione di suolo pubblico: - edilizia con ponteggi, cantieri stradali; - eventi e manifestazioni temporanee; - pubblicità fissa e mobile; - gazebi politici, comizi e sit-in.
Si precisa che attualmente tali pratiche vengono espletate dalla PL a firma del Comandante, compreso l'emissione di ordinanza per la modifica della viabilità ordinaria. Tali atti, a parere dello scrivente appaiono incompatibili secondo le norme vigenti (TUEL ed Anticorruzione) .

MEMOWEB n. 89 del 12/05/2020

Inabitabilità di una casa o parte di essa per ragioni igieniche e ordinanza di sgombero

Tar Bari: il sindaco, sentito il responsabile del Servizio di igiene pubblica dell'Unità sanitaria locale o su richiesta di quest’ultimo, può dichiarare inabitabile una casa o parte di essa per ragioni igieniche e ordinarne lo sgombero

MEMOWEB n. 142 del 23/07/2019

Stabilimento balneare: mantenerlo oltre la concessione stagionale configura reato

Cassazione: per il reato di occupazione abusiva non è necessario l'accertamento di una concreta lesione dell'uso pubblico dell'area trattandosi di fatto di reato di pericolo, per cui è sufficiente aver realizzato l'opera