Usa le linguette per muoverti velocemente tra gli uffici di Omnia!
Effettua una ricerca all'interno di quest'area scrivendo le parole chiave nella casella e facendo clic su "Cerca".
Con la ricerca avanzata è possibile filtrare con precisione i contenuti di questa sezione.
Attraverso le funzioni scadenzario e adempimenti, puoi salvare nel tuo quaderno le scadenze precaricate.
Con la navigazione integrata puoi copiare contenuti da Omnia e salvarli nel tuo adempimento.

Personale

Individuazione dell'ufficio competente

Memoweb

5 risultati di 5

MEMOWEB n. 128 del 03/07/2019

Procedimenti disciplinari: online l'applicativo per la comunicazione

Sul portale PerlaPA è in linea l'applicativo che consente alle amministrazione pubbliche di comunicare i procedimenti disciplinari a carico dei propri dipendenti

MEMOWEB n. 173 del 18/09/2018

Conclusione del procedimento disciplinare: la corretta decorrenza dei termini

Cassazione: ciò che rileva è il momento in cui l'ufficio competente acquisisce la notizia di infrazione che fa scattare l'avvio del procedimento disciplinare, nelle sue tre fasi fondamentali della contestazione dell'addebito, dell'istruttoria e dell'adozione della sanzione

MEMOWEB n. 151 del 08/08/2017

Licenziamento disciplinare nella PA: pubblicato il decreto correttivo

Il decreto legislativo 118/2017, pubblicato in GU, contiene disposizioni integrative e correttive al d.lgs. 116/2016 in materia di "licenziamento disciplinare"

MEMOWEB n. 41 del 01/03/2017

Peculato d'uso dei dipendenti comunali

Cassazione: per le chiamate personali dal telefono di servizio, al di fuori di casi d'urgenza e o di apposite autorizzazioni, va considerato il danno provocato alla pubblica amministrazione che deve essere apprezzabile rispetto al patrimonio della PA o di terzi.

MEMOWEB n. 168 del 15/09/2016

Pubblico impiego, Cassazione: inapplicabile la Riforma Fornero sull'articolo 18

La Suprema Corte ha ribadito che in caso di licenziamento illegittimo intimato al dipendente pubblico in data successiva all'entrata in vigore della legge 92/2012, la tutela applicabile rimane quella risultante dal testo antecedente la riforma