Preinsegne e frecce direzionali, la nota Anacap sull'imposta comunale di pubblicità | progettoomnia.it

Logo progettoomnia.it
 

Memoweb

Quotidiano informativo e documentale per la P.A. locale

 
Tributi
memoweb n°31 del 16/02/2015

Preinsegne e frecce direzionali, la nota Anacap sull'imposta comunale di pubblicità

L'Associazione Nazionale Aziende Concessionarie Servizi Entrate Locali, seguendo un principio della Cassazione, è del parere di evitare una illogica e illegittima estensione dell'imposta a ciascuna azienda, la cui pubblicità sia presente su un unico cartello pubblicitario, dell'intera obbligazione impositiva.

Se il mezzo pubblicitario è uno e i messaggi veicolati plurimi, non si può imputare alle aziende il pagamento di un importo non corrispondente all'imposta relativa alla pubblicità di cui la singola azienda beneficia.

Quindi l'azienda pagherà proporzionalmente per evitare l'estensione dell'intera obbligazione impositiva.

Ciascuna impresa corrisponderà un tributo calcolato in base alla superficie pubblicitaria dalla stessa utilizzata, conformemente alle indicazioni normative dell'articolo 7, Dlgs n. 507/1999.

Ad uniformarsi al parere della giurisprudenza è l'Anacap, l'associazione nazionale Aziende concessionarie di Servizi Entrati locali,  seguito delle numerose richieste di chiarimenti in merito alla disciplina dell’Imposta Comunale sulla Pubblicità su preinsegne e frecce direzionali. 

 
Grafiche E. Gaspari - P.Iva 00089070403 - Tel. 051 763200 - E-mail: info@egaspari.net
preferiti Imposta ProgettoOmnia come Homepage